Esclusivo: Christine Lagarde afferma che i paesi non devono tirare “brutalmente” i sostegni

di | 1 Mar 2021

Esclusivo: Christine Lagarde afferma che i paesi non devono tirare “brutalmente” i sostegni

Alcuni politici temono che i paesi prendano a prestito troppo per sostenere l’economia nel prossimo anno. Christine Lagarde non condivide le loro preoccupazioni.

Il presidente della Banca centrale europea ha detto giovedì a Richard Quest della CNN Business che la sua più grande paura non è che l’Unione europea accumuli una montagna di debiti, ma che i governi possano ritirare “brutalmente” le garanzie sul lavoro e il sostegno al reddito prima che sia il momento giusto.
Tali programmi, ha detto, devono essere allentati “gradualmente” e con cura.

“Questo è il momento che penso sia il più difficile, il più sottile e in cui sarà necessario applicare il giudizio”, ha detto Lagarde nell’intervista, che andrà in onda allo spettacolo “Quest Means Business” della CNN International alle 15:00 ET .
I governi hanno liberato trilioni di dollari in spese di soccorso nell’ultimo anno per attutire il colpo economico inferto dalla pandemia Covid-19, aggiungendosi al supporto senza precedenti delle banche centrali come la BCE. I leader europei hanno anche approvato un pacchetto e un budget di recupero da 1,8 trilioni di euro (2,2 trilioni di dollari) per contribuire a rafforzare le economie del blocco una volta superata la crisi.
Ma Lagarde ha sottolineato che anche se l’economia inizia a migliorare e la ripresa prende piede, i politici non dovrebbero ritirare prematuramente il sostegno.

La Bce, ha aggiunto, è “a lungo termine”.
Nella sua previsione più recente, pubblicata a dicembre, la banca centrale ha previsto che l’economia europea si espanderà del 3,9% nel 2021, con la produzione che raggiungerà i livelli pre-pandemici entro la metà del 2022.
Lagarde ha osservato che tali previsioni dipendono in gran parte dall’introduzione del vaccino, che ha avuto un avvio lento nell’Unione europea.
Alla fine del mese scorso, una lotta tra i leader europei e AstraZeneca ( AZN ) versato in vista del pubblico dopo che il produttore del vaccino, ha detto che sarebbe stato eroga minor numero di dosi di quanto promesso.

“Abbiamo vaccini – di più entro la settimana, il che è positivo. Vengono prodotti, vengono distribuiti”, ha detto Lagarde. “Ma le persone non sono ancora vaccinate. Quindi ci vorrà un po ‘di tempo prima di avere questa immunità di gregge, che non sarà di per sé soddisfacente perché abbiamo le varianti”.
L’altra chiave, ha detto Lagarde, sarà l’attuazione dei programmi di soccorso. Mentre le regole fiscali dell’UE sono state allentate, gli Stati membri più ricchi stanno cedendo denaro e Bruxelles sta prendendo in prestito per conto di paesi in difficoltà come l’Italia e la Spagna, “i soldi devono rotolare nel corso del [2021]”.
“Abbiamo questa mossa straordinaria da parte degli europei che decidono di prendere in prestito insieme”, ha detto Lagarde. “Ma ora è una questione di risultati.”

dal sito  www.edition.cnn.com