P.A. ultima in UE per qualità percepita riguardo i servizi pubblici resi ai cittadini

P.A. ultima in UE per qualità percepita riguardo i servizi pubblici resi ai cittadini

In Europa nessuna P.A. ha un livello di gradimento così basso come quello italiano. Dati presentati dall’Ufficio Studi della CGIA. I dati sono riferiti all’indagine campionaria che viene periodicamente realizzata dalla Commissione Europea fra i 27 Paesi dell’Unione. Questi sono i risultati impetuosi – il 22% degli italiani considera abbastanza buono e molto buona l’offerta dei servizi pubblici erogati dalla P.A. .
La media europea si attesta intorno al 46%. La Spagna si attesta al 38%, la Francia al 50%, la Germania al 55%. Al terzo posto c’è la Finlandia con un gradimento dell’81%, al secondo posto ci sono i Paesi Bassi con l’86%, al 92% c’è il Lussemburgo con il primo posto.
Le ragioni che hanno causato il peggioramento della P.A. vanno ricercate nei forti ritardi dei ristori arrivati in ritardo durante la pandemia, blocchi e ripartenze che hanno rallentato l’attività giudiziaria, il piano vaccinale che è decollato con notevole ritardo, la dilatazione dei tempi di risposta che contraddistinto la performance di molti enti locali.

Redazione

Immagine dal sito www.agi.it