Nuova videoconferenza del CGIE per coordinare gli aiuti destinati ai rifugiati fuggiti dalla guerra in Ucraina

Nuova videoconferenza del CGIE per coordinare gli aiuti destinati ai rifugiati fuggiti dalla guerra in Ucraina

Domani, 19 marzo, le piazze di tutto il mondo diventeranno luogo d’incontro per scandire la richiesta di pace e il cessate il fuoco in Ucraina, invasa dall’armata russa dal 24 febbraio scorso. La guerra non è mai la soluzione per dirimere le controversie, tanto meno l’uso della forza può diventare lo strumento per imporre scelte non condivise. Perciò la Costituzione italiana nata dal sacrificio bellico recita:

“L’Italia ripudia la guerra come strumento di offesa alla libertà degli altri popoli e come mezzo di risoluzione delle controversie internazionali; consente, in condizioni di parità con gli altri Stati, alle limitazioni di sovranità necessarie ad un ordinamento che assicuri la pace e la giustizia fra le Nazioni; promuove e favorisce le organizzazioni internazionali rivolte a tale scopo.”

Fedeli a questo principio e agli insegnamenti ricevuti anche gli italiani all’estero stanno facendo la loro parte per aiutare le persone in fuga dalla guerra in Ucraina.

Domani 19 marzo 2022 alle ore 12.00, orario italiano, il Consiglio Generale degli Italiani all’Estero (CGIE) invita, i Comitati degli Italiani all’Estero (Com.It.Es.) nel mondo, le Associazioni, gli Enti e le Organizzazioni umanitarie impegnati nei soccorsi, a partecipare in streaming alla videoconferenza per dialogare con i Comites di Bucarest, Budapest, Mosca, Praga e Varsavia occupati in prima linea, sin dallo scoppio della guerra, a portare e offrire aiuto ai profughi.

Il nuovo incontro virtuale del 19 marzo, ore 12.00 italiane, servirà a acquisire ulteriori informazioni, a conoscere lo stato dell’accoglienza dei rifugiati e a coordinare gli interventi umanitari, la raccolta del materiale e la destinazione dei soccorsi nei paesi limitrofi dove sono presenti rappresentanze italiane. Per gli sviluppi dell’accoglienza in Italia, invece, parteciperà il Presidente del Consiglio dell’Associazione Nazionale dei Comuni d’Italia, Enzo Bianco, il rappresentante dell’Unione delle Province Italiane Piero Marrese e il Missionario Padre Antonio Grasso di Berna.

Il Consiglio Generale degli Italiani all’Estero vi invita a partecipare alla videoconferenza collegandovi direttamente sulla pagina facebook: www.facebook.com/CGIE2011.

da Michele Schiavone
Segretario Generale Cgie