Covid, Speranza firma l’ordinanza: “Proroga per le mascherine al chiuso fino al 15 giugno”

Covid, Speranza firma l’ordinanza: “Proroga per le mascherine al chiuso fino al 15 giugno”

La proroga “in ambito sanitario, ospedali e Rsa, nel trasporto pubblico locale e a lunga distanza, negli studi professionali, nei cinema e teatri e negli eventi sportivi al chiuso”. “Fortemente raccomandata sui luoghi di lavoro”

Dopo l’approvazione da parte della commissione competente della Camera dei Deputati del decreto “fine stato di emergenza” il ministro della Salute Roberto Speranza ha firmato l’ordinanza che recepisce il testo dell’emendamento sull’utilizzo delle mascherine al chiuso, come approvato dalla commissione. Lo rende noto il ministero della salute.

Tutte le nuove regole (LEGGI LA SCHEDA)
Obbligo mascherine al chiuso:
-Prorogato dal 1 Maggio al 15 Giugno 2022 per gli spettacoli aperti al pubblico che si svolgono al chiuso in “locali di intrattenimento e musica dal vivo e in altri locali assimilati”, nelle sale teatrali, sale da concerto, sale cinematografiche, eventi e competizioni sportive che si svolgono al chiuso”. Idem a bordo di tutti i mezzi di trasporto pubblico locale ed a lunga percorrenza (treni, aerei, metropolitane, tram, bus).

Luoghi di lavoro: “Solo raccomandato”
Solo “fortemente raccomandato” invece, l’uso delle mascherine sui luoghi di lavoro (esclusi quelli di ambito sanitario e gli ospedali) “senza distinzione tra pubblico e privato: non ci sarà obbligo salvo che venga stabilito da un accordo aziendale”, come ha specificato il sottosegretario alla Salute Andrea Costa (Noi Con l’italia), a margine dei lavori della Commissione, a cui ha partecipato in rappresentanza del governo. Imprese e sindacati si rivedranno il 4 Maggio venturo, per verificare se prorogare (o modificare) le attuali regole, che restano in vigore fino a quella data.

Dove non è più obbligatoria:
Non si prevedono misure per negozi, supermercati, ristoranti, bar, stadi e spettacoli all’aperto. Anche se “viene fortemente raccomandata in tutti i luoghi al chiuso pubblici, o aperti al pubblico”. Come precisa il sottosegretario alla Salute, Andrea Costa: “Ovunque ci sia il rischio di assembramenti”.

Scuola:
La proroga dell’utilizzo delle mascherine, chirurgica o di maggiore efficacia protettiva, è stata invece già prevista per la scuola fino alla conclusione dell’anno scolastico 2021-2022. Fanno eccezione i bambini fino a 6 anni di età e i soggetti con patologie incompatibili con l’uso di tali dispositivi di protezione.

Per quanto riguarda i viaggi, sono state prorogate fino al 31 Maggio le disposizioni per gli arrivi dai Paesi esteri. La novità riguarda il “Passenger locator form”, che dal 1 Maggio non sarà più necessario.

”Dal 31 marzo abbiamo superato lo stato di emergenza, ma non siamo fuori dalla pandemia e serve ancora cautela” osserva il ministro. “Chiediamo di intensificare anche la campagna vaccinale con le quarte dosi per gli over 80 ed i soggetti fragili” ha poi sottolineato Speranza. “Siamo in una fase cruciale, ma abbiamo strumenti diversi per gestirla. Il lascito di questa pandemia non deve però essere rappresentato solo dalle difficoltà, ma anche da uno scatto di consapevolezza dell’importanza delle politiche per la salute e la consapevolezza che si può fare un passo in avanti”.

 

dal sito www.rainews.it