Biennale College Musica: Il Nuovo Bando Internazionale Per il 2023

Biennale College Musica: Il Nuovo Bando Internazionale Per il 2023

Destinato a giovani musicisti/e, compositori/trici, performers, sound artists o programmatori/trici. Scadenza: 31 gennaio 2023.

È online da venerdì 2 dicembre, il bando internazionale della Biennale College Musica per il 2023, secondo il progetto del Direttore Lucia Ronchetti.

Saranno selezionati fino a 10 musicisti da tutto il mondo – tra compositori, sound artist, programmatori, performer – di età compresa tra i 18 e i 30 anni per un programma di residenza, ricerca e produzione di una nuova creazione che verrà presentata nell’ambito del 67. Festival Internazionale di Musica Contemporanea (16 > 29 ottobre 2023) della Biennale di Venezia.

La Biennale College Musica si confronta con il tema del 67. Festival, Micro-Music, dedicato al trattamento e alla diffusione del suono digitale: i musicisti interessati a una delle seguenti aree – composizione per computer, composizione algoritmica, performance sperimentale, musica generativa, installazione sonora, biotecnologia applicata alla musica, progetti sonori con realtà aumentata e/o intelligenza artificiale, elettronica – avranno tempo fino a martedì 31 gennaio per presentare domanda.

I giovani selezionati parteciperanno a un programma di ricerca e creazione di 8 settimane, strutturato in quattro periodi di residenza a Venezia di due settimane ciascuno, di cui l’ultimo durante il Festival (16 > 29 ottobre 2023). Nel corso della residenza ognuno di loro potrà arricchire la propria formazione e lavorare alla propria creazione affiancato da un tutor secondo la specifica area di interesse, partecipando a lezioni e seminari individuali e collettivi, usufruendo delle apparecchiature e degli studi del CIMM, il Centro di Informatica Musicale Multimediale della Biennale di Venezia.

Gli artisti ed esperti del mondo digitale che si faranno maestri della Biennale College Musica per il 2023 sono: Miller Puckette, programmatore, creatore di Max e Pure Data, professore presso il dipartimento di musica della University of California di San Diego; Gerfried Stocker, artista digitale interessato all’intelligenza artificiale e alle biotecnologie applicate alla musica, direttore artistico di Ars Elettronica; Kyoka, producer, DJ, sound artist e field recorder; Thierry Coduys, compositore di musica elettronica, programmatore e ingegnere del suono; Brigitta Muntendorf, compositrice specializzata in composizione transdigitale; Oscar Pizzo, musicista, direttore artistico e drammaturgo sonoro.

Vai al Bando

Dal 2022 la Biennale College è parte del progetto di sviluppo e potenziamento delle attività della Biennale di Venezia, in funzione della realizzazione di un polo permanente di eccellenza nazionale e internazionale a Venezia. Come tale la Biennale College rientra nel “Piano di investimenti strategici su siti del patrimonio culturale, edifici e aree naturali” del Piano nazionale per gli investimenti complementari al piano nazionale di ripresa e resilienza.

dal sito www.labiennale.org