Fondazione Ducci: Aide-mémoire|”Ucraina: le radici storiche del conflitto e i possibili scenari post-bellici”

di | 12 Apr 2023

Aide-mémoire
Convegno
“Ucraina: le radici storiche del conflitto e i possibili scenari post-bellici”

A più di un anno dall’inizio della guerra scatenata da Vladimir Putin, che l’ha definita “un’operazione speciale”, la prospettiva di una risoluzione del conflitto fa fatica a concretizzarsi. Un percorso di pace, partendo dalla necessaria difesa di un Paese aggredito, va quindi ricercato nella convinzione che, di fronte alla prosecuzione della guerra, devono prevalere le esigenze dell’umanità intera, che il tema della pace deve essere al centro del dibattito internazionale, e che, ancora una volta, la comprensione delle dinamiche interne ed esterne dei Paesi e delle popolazioni, devono essere analizzate in modo approfondito per una più reale comprensione delle radici storiche dei conflitti e dei possibili scenari post-bellici.
Per comprendere le cause e le ragioni della situazione determinatasi in Ucraina, è necessario conoscere la storia dei due Paesi, ritornare ad alcuni passaggi essenziali del Novecento prima e dopo il 1991 ed analizzare l’ideologia che muove Putin e la sua classe dirigente in un confronto con l’Occidente che è di natura ideologica e culturale ed appare destinato a ridefinire gli scenari internazionali e gli sviluppi della globalizzazione.
L’intenzione di Putin è quella di instaurare nella regione orientale europea un mondo russocentrico, dove Mosca possa imporsi come grande potenza e di affermare la “democrazia illiberale” contro quelle occidentali. Gli scenari di sicurezza post-bellici dovranno tener conto del ruolo decisivo di Stati Uniti e Cina, dell’avvenuto rafforzamento della NATO, della maggiore integrazione USA-UE e dell’esigenza occidentale di una politica di “contenimento” della Russia.
E in questa ottica la Fondazione Ducci intende organizzare un convegno incentrato su tale tema cruciale per la società contemporanea e futura, con lo scopo di analizzare le radici storiche del conflitto tra l’Ucraina e la Russia e i possibili scenari post-bellici. Il Convegno si terrà il prossimo 18 Aprile alle ore 17:30 presso la Sala Conferenze dell’Associazione Stampa estera in Italia in via dell’Umiltà, 83.
Il moderatore sarà Lucio Caracciolo, Direttore della rivista Limes e Presidente del Consiglio Scientifico della Fondazione Ducci. Il panel vedrà la partecipazione di Francesco Rutelli, nella sua qualità di presidente dell’Institute of European Democrats, dell’On. Alessandro Forlani in qualità esperto di diritti umani e affari internazionale membro del Centro Studi Roma 3000, il Prof. Giorgio Cella, docente dell’Università Cattolica del Sacro Cuore e analista di politica internazionale, l’Ambasciatore di Svezia Jan Björklund – Presidente di turno del Consiglio dell’Unione Europea

 

da Alessandro Forlani