Poche chiacchiere nel processo civile, è quanto emerge dallo schema del Decreto Ministeriale previsto dalla riforma Cartabia

di | 1 Lug 2023

Dal 30 Giugno è rivoluzione nel processo civile, gli atti devono essere chiari e sintetici sia delle parti, sia dei Giudici mentre ai difensori si impongono paletti ben precisi:
– 50 mila caratteri, circa 25 pagine per ricorsi e citazioni, la metà per memorie e repliche, 4.000 battute in 2 pagine, per le note della trattazione scritta che sostituisce l’udienza.
Il tutto con parole chiave. Niente note salvo eccezioni.

Redazione

Immagine dal sito www.ilgiornale.it