DAI COLLETTI BIANCHI A QUELLI ROSA, OGNI LAVORO HA ORMAI IL SUO COLORE

di | 1 Gen 2024

Ci sono i “no collar” nella figura di artisti e spiriti liberi.

Il termine “white collar” fu coniato negli anni 30 del secolo scorso dallo scrittore attivista Upton Sinclair per descrivere una nuova sorte di classe sociale emergente che non rientrava nella tradizionale definizione di “proletariato” ma non era neanche “padronale”. Fu una invenzione fertile   tanto da portare alla creazione speculare del termine “blue collar” ovviamente colletto blu per identificare i lavoratori  manovali.

Da allora non si è più smesso di inventare nuovi colletti   dalle tonalità più diverse, colletti di ogni colore dell’arcobaleno.

foto dal sito: www.it.quore.com