TRUPPE VIA DA SIRIA E IRAQ: IL PIANO USA PER LASCIARE IL MEDIO ORIENTE (E SALVARE BIDEN)

di | 1 Feb 2024

L’amministrazione Biden non sarebbe “interessata a sostenere una missione che non ritiene più necessaria” in Siria e in Iraq. Ecco cosa c’è dietro la mossa.

Circolano voci sempre più insistenti su un prossimo ritiro degli Stati Uniti dalla Siria e dall’Iraq. A darne notizia è la rivista Foreign Policy, secondo la quale l’amministrazione Biden, a seguito dell’attacco di Hamas del 7 ottobre scorso e delle tensioni che sono emerse in tutto il Medio Oriente, starebbe riesaminando le sue priorità e valutando la possibilità di ritirare il contingente Usa dal suolo siriano.

Foreign Policy osserva infatti che, sebbene non sia stata presa alcuna decisione definitiva da parte della Casa Bianca, secondo quattro fonti del Pentagono e del Dipartimento di Stato, l’amministrazione Biden non sarebbe “interessata a sostenere una missione che non ritiene più necessaria”. Cresce infatti la preoccupazione che il conflitto tra Israele e Hamas possa provocare un escalation in Medio Oriente e trasformare in facili bersagli le truppe statunitensi di stanza in Siria e Iraq, come peraltro sta già avvenendo negli ultimi mesi.A Washington sono in corso alcune discussioni su come e quando procedere con il ritiro dei contingenti.

Il presidente Usa Joe Biden non vuole rischiare di essere inghiottito in un escalation in Medio Oriente, in piena campagna elettorale per la rielezione e non può permettersi che gli attacchi delle milizie jihadiste o proxy iraniane possano mettere in pericolo la vita dei soldati americani. Dopo le guerre in Afghanistan e Iraq, l’opinione pubblica statunitense è infatti particolarmente sensibile al destino dei soldati americani.

fonte e immagine : https://www.ilgiornale.it/