ITALIA PAESE PIÙ VECCHIO D’EUROPA: PREOCCUPATI GLI ECONOMISTI

di | 1 Mar 2024

Il calo delle nascite e l’aumento della prospettiva di vita hanno fatto invecchiare notevolmente la popolazione italiana, al punto che gli economisti sono preoccupati per il futuro. Il problema dell’invecchiamento della popolazione in Italia preoccupa gli economisti. Il numero crescente di pensionati è maggiore del numero dei nuovi nati. E gli sforzi del governo di Giorgia Meloni per incrementare i tassi di natalità non sono riusciti finora a invertire la tendenza al declino demografico.

Secondo gli ultimi dati di Eurostat, l’Italia è il Paese più vecchio dell’Unione europea, con metà della popolazione di età media superiore ai 48 anni. Insieme al Portogallo, l’Italia ha la più alta percentuale di residenti con più di 65 anni, pari al 24 per cento, ovvero circa uno su quattro. Questo aumento riflette una tendenza a livello europeo, con un aumento generale dell’età mediana nel blocco (44,5 anni). Il numero di anziani rappresenta ora più di un quinto della popolazione dell’Unione.

“Tuttavia, ciò che è ancora più significativo è la tendenza all’invecchiamento della popolazione italiana”, ha dichiarato a Euronews Cecilia Tomassini, docente di Demografia e statistica sociale presso l’Università del Molise. “In particolare, la percentuale di individui di 80 anni e oltre è salita al 7,7 per cento della popolazione totale, un aumento notevole rispetto al 3,3 per cento registrato nel 1991″, ha aggiunto.

fonte: https://it.euronews.com/

immagine: Ansa.it