CESSATE IL FUOCO, DOPO OK A CONSIGLIO SICUREZZA ONU IDF COLPISCE 60 ‘OBIETTIVI TERRORISTICI’ A GAZA

di | 1 Apr 2024

Netanyahu furioso richiama la delegazione da Washington dove era arrivato il ministro della difesa Gallant. A Doha continuano i negoziati. Hamas ‘pronta allo scambio’ ma chiede tregua permanente, ritiro delle truppe e ritorno degli sfollati a casa.

La situazione a Gaza “è estremamente drammatica, ed è prioritario e urgente un cessate il fuoco” e “l’ingresso degli aiuti” nella Striscia. Lo ha detto la portavoce del governo spagnolo Pilar Alegria in conferenza stampa al termine del Consiglio dei ministri. La portavoce ha sottolineato che l’esecutivo di Pedro Sanchez “celebra la risoluzione del Consiglio di sicurezza dell’Onu che per la prima volta esige un cessate il fuoco e la liberazione incondizionata degli ostaggi”. Questa è “in linea” con la posizione “del governo della Spagna” e con le dichiarazioni conclusive del Consiglio europeo della scorsa settimana, ha aggiunto.

“L’accordo non è fallito”: una parte della delegazione negoziale israeliana è rimasta a Doha, in Qatar, per discutere con Hamas e i mediatori sul cessate il fuoco a Gaza e il rilascio degli ostaggi. Lo riferisce il quotidiano Haarets, dopo che la stampa dello Stato ebraico aveva diffuso la notizia che Israele avrebbe richiamato il suo team negoziale, poiché Hamas aveva respinto l’ultima proposta per un accordo.

L’ambasciatrice degli Stati Uniti presso le Nazioni Unite Linda Thomas-Greenfield si astiene durante la votazione per la risoluzione dell’Onu sul cessate il fuoco a Gaza. E’ la prima volta

fonte: https://www.rainews.it/