PERCHÉ LO SPREAD STA CALANDO IN ITALIA E QUALI EFFETTI HA SULL’ECONOMIA

di | 1 Apr 2024

Il restringimento degli spread nei confronti della Germania non riguarda solo l’Italia ma è un trend diffuso. Da questo punto di vista, più che a un “merito” da attribuire all’economia, il calo dello spread è da porre in relazione (almeno in parte) alle difficoltà che sta vivendo l’economia tedesca finita in recessione tecnica con il Pil 2023 in calo dello 0,3 per cento.

Lo spread che cala e si attesta nella seduta del 14 marzo attorno ai 127 punti base (dopo aver toccato quota 116) è senz’altro una buona notizia per i conti pubblici, perché si traduce nel tempo in minore spesa per interessi da impegnare per il servizio del debito, ed è al tempo stesso un segnale da non sottovalutare per l’economia nel suo complesso. Il differenziale è sui livelli di inizio novembre 2021, con il rendimento del decennale italiano che si attesta al 3,67%. Per il ministro dell’Economia, Giancarlo Giorgetti si tratta di “un’importante inversione di tendenza” rispetto a ottobre, “riflettendo la crescente fiducia del mercato nella gestione dell’economia da parte della premier Giorgia Meloni, in un momento in cui la crescita in Germania è in fase di stallo”.

fonte: https://www.ilsole24ore.com/