NIENTE REDDITO DI CITTADINANZA A CHI GIOCA D’AZZARDO

di | 1 Mag 2024

Sentenza della Corte Costituzionale sul regime sanzionatorio per chi non comunica le vincite, ora previsto anche per l’assegno di inclusione. Secondo la Consulta non è compito dello Stato combattere la povertà da ludopatia. Legittimo escludere dal reddito di cittadinanza chi si è rovinato con il gioco. Non viola il principio di eguaglianza sostanziale (art.3 della Costituzione).

https://www.italiaoggi.it/